LA SINDROME ADHD

Per età evolutiva intendiamo il periodo che va da 0 a 18 anni ed è un periodo magico, nel quale però difficoltà di sviluppo. Nei mie precedenti Articoli ho cercato di spiegare alcune patologie per meglio prevenirle, infatti “prevenire è meglio che curare“. A richiesta, e per rispondere a qualche genitore preoccupato, dico subito che nessuna patologia è grave all’inizio, ma puo’ diventarlo se non presa in considerazione. Faccio qualche esempio La sindrome ADHD che ho spiegato, riguarda 3 ordini di difficoltà, dette “le 3 i” inattenzione, iperattività,
impulsività ma si manifesta all’inizio come eccessiva vivacità e un genitore attento può intervenire subito. Il Disturbo dello spettro Autistico è sempre preceduto da incapacità a entrare in relazione con l’altro e da isolamento. Si deve segnalare pertanto tale difficoltà al pediatra. Ugualmente trattasi della Disprassia che all’inizio si evidenzia come maldestrezza esecutiva. È utile allora riflettere sul perchè avviene, quanto spesso si manifesta e sentire subito il proprio medico. Sui disturbi dell’apprendimento ugualmente occorre fare attenzione in età pre-scolare 3-6 anni, per osservare se acquisisce i pre-requisiti dell’apprendimento, le funzioni motorie, del linguaggio, la lateralizzazione e l’organizzazione spazio-temporale. Tali funzioni permetteranno al bambino di affrontare al meglio la scuola primaria. Se una sola di  queste funzioni non è a norma, si potranno avere
delle disfunzioni nell’area dell’apprendimento.

Potrebbe piacerti anche Dallo stesso autore