I sindaci delle zone terremotate sostenute dal Capitano Ultimo

Oggi a Roma contro l'indifferenza e per ricostruire

Il Capitano Ultimo con i terremotati del centro Italia, “sfiancati dai ritardi della burocrazia e che dopo oltre due anni dal sisma – denuncia l’ufficiale dei carabinieri che arrestò Totò Riina – non solo non riescono a rientrare nelle loro case, ma neppure a cominciare i lavori di ricostruzione”. Per questo, “per sensibilizzare l’opinione pubblica e chi ha il potere e il dovere di intervenire”, oggi alle 12.30 alla Casa famiglia del Capitano Ultimo, a Roma, si riuniranno i sindaci e gli amministratori delle zone colpite “per non dimenticare, per ricostruire, per alzare la testa” e “dire basta ai ritardi, alle lungaggini, all’indifferenza” che stanno paralizzando i territori terremotati dell’Umbria, delle Marche, del Lazio e dell’Abruzzo.

Potrebbe piacerti anche Dallo stesso autore