‘Il cuore dello sport’

In programma domenica 11 marzo dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 presso la Cittadella dello sport di via De Dominicis

“Educare, formare e far crescere i giovani all’insegna dello spirito di integrazione e collaborazione”. Con grande entusiasmo il sindaco Guido Castelli ha presentato il nuovo appuntamento del progetto ‘Il cuore dello sport’, in programma domenica 11 marzo dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 presso la Cittadella dello sport di via De Dominicis. Calcio, pallavolo, rugby, subbuteo, tennis da tavolo, pallacanestro, atletica leggera, equitazione, karate, arrampicata, tiro con l’arco e tante altre discipline si svolgeranno nel corso della giornata: tra esibizioni, allenamenti e tornei all’aperto, le società e le associazioni sportive del territorio promuoveranno e faranno conoscere le proprie attività ai ragazzi: “Lo sport è parte integrante del welfare di un territorio, deve essere inteso come fetta consistente di quel sistema sociale che deve garantire a ogni singolo cittadino la fruizione di servizi essenziali per il benessere” ha aggiunto il sindaco Castelli. Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’assessore Massimiliano Brugni: “Il progetto con le sue iniziative mira a fornire nuovo impulso alla cultura della pratica sportiva, dopo i drammatici eventi sismici che hanno colpito il nostro territorio era indispensabile realizzare una serie di giornate dedicate allo sport e alla sua promozione per tornare alla normalità e ricominciare a praticare attività fisica con tranquillità e sicurezza”. Lo scorso 5 novembre centinaia di ragazzi hanno invaso il centro storico per partecipare alla prima iniziativa del ‘Cuore dello sport’, con le principali piazze e vie cittadine gremite di giovani e famiglie: “Diciamo grazie a tutti coloro che hanno creduto e continuano a credere in questo progetto” hanno chiosato in coro il primo cittadino e l’assessore. “Grazie agli allenatori, ai tecnici e ai dirigenti che quotidianamente si adoperano per dare ai nostri figli un’educazione sportiva indispensabile per la loro crescita, ma grazie anche alle famiglie che con grande pazienza e sacrificio accompagnano ogni giorno i propri ragazzi nei vari impianti sportivi per gli allenamenti. E’ merito loro se in futuro avremo cittadini migliori”. 

Potrebbe piacerti anche Dallo stesso autore