Gianluca Lalli

Cantautore e scrittore di Arquata

Gianluca Lalli, classe 1976, è un cantautore e scrittore italiano proveniente da Arquata. Lalli è vincitore del talent radiofonico Demo, l’Acchiappatalenti condotto da Michael Pergolani e Renato Marengo su Radio Rai Uno e nel 2005 ha vinto il premio “Rino Gaetano”..

Parlaci delle tue opere discografiche?

Nel 2011 ho pubblicato il mio primo album Il tempo degli assassini mentre nel 2014 è uscito il mio secondo album La fabbrica di uomini in cui ho collaborato con Claudio Lolli nel brano Il grande freddo. Ora ho pubblicato il mio terzo album, Metropolis. (2017)

Come scrittore invece?

Come scrittore ho pubblicato il libro di racconti Radio Waldgänger (2011), la raccolta di poesie Una voce dal nulla (2013), la raccolta di canzoni e poesie La bella che è addormentata (2015), il romanzo storico Dal Vangelo secondo me (2016) e la raccolta di poesie e aforismi La rivoluzione è un fiore non colto (2017). Ed ora sono impegnato nella realizzazione di un nuovo libro, una raccolta di favole con annessi spartiti per la chitarra, un vero e proprio libro didattico.

Chi è Gianluca Lalli?

Mi astengo nel dire chi sono, lascio che gli altri esprimano le loro opinioni su di me. Per mio conto, io, tento di trasmettere tutto ciò che ho dentro e spero di farlo bene.

Qual è il tuo artista di riferimento?

Il mio artista di riferimento è Fabrizio De Andrè, tra l’altro è uscito anche il suo film e non vedo l’ora di andarlo a vedere, grande autore piuttosto particolare, profondo e che tratta tematiche talvolta scomode.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Il mio sogno nel cassetto è quello di creare un villaggio ecologico dove sperimentare una vita sociale diversa rispetto a quella che la realtà ci impone. Vorrei provare ad essere diverso, a realizzare una scuola libertaria, curare la parte educativa dei bambini.

Quali saranno le tue prossime date?

Sono partito ad Ottobre dalla Germania e a Gennaio farò tappa a San Benedetto del Tronto, poi Andrò a Roma (5 Marzo), in Calabria (l’8 Marzo) e ad Aprile tornerò in Germania, il 21 Aprile a Berlino e il 22 a Monaco.

 

Potrebbe piacerti anche Dallo stesso autore