Agevolazioni Tariffarie di Energia Elettrica e Gas nelle zone del terremoto

Verranno azzerati dei corrispettivi di rete e oneri generali e sarà possibile rateizzare le fatture pregresse

L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) a seguito degli eventi sismici verificatisi il 24 Agosto 2016, il 26 e 30 Ottobre 2016 e il 18 Gennaio 2017, ha disposto le agevolazioni a favore delle utenze delle zone colpite dal sisma, individuate nella Delibera 252/2017/R/com. L’AEEGSI ha previsto che, per un periodo di 36 mesi, a partire dalla data del sisma che ha causato l’inagibilità dell’immobile (24 agosto; 26/30 ottobre; 18 gennaio), siano garantite le seguenti agevolazioni, cumulabili ai bonus elettrico e gas:
  • azzeramento dei corrispettivi per nuove connessioni/allacciamenti, disattivazioni, riattivazioni, subentri e volture;
  • Azzeramento dei corrispettivi di rete e oneri generali.
Le agevolazioni saranno applicate in modo automatico a tutte le utenze che già esistevano nei comuni colpiti dal sisma e anche a quelle delle strutture abitative di emergenza (SAE) e sono cumulabili con il bonus elettrico e gas.

Le agevolazioni NON automatiche (dovranno essere richieste con apposita istanza e corredate dalla documentazione prevista dall’art. 3 Delibera 252/2017/R/com) riguardano:

  • le utenze di abitazioni danneggiate in altri Comuni – delle regioni interessate dal sisma – che non sono stati inseriti negli elenchi previsti dai provvedimenti legislativi;
  • le utenze nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto;
  • Le utenze situate presso le strutture abitative di emergenza (SAE), moduli temporanei abitativi (MAP) e moduli abitativi provvisori rurali di emergenza (MAPRE).
Il soggetto avente diritto ad agevolazione – automatica e non – che alla data del sisma era residente nell’unità immobiliare divenuta inagibile, ha diritto a usufruire dell’agevolazione anche relativamente all’unità immobiliare in cui ha stabilito la residenza/domicilio successivamente all’evento sismico, indipendentemente dalla Regione in cui quest’ultima sia ubicata.

La fatturazione sospesa con decreto legge n.189 del 17/10/2016 e successivi Provvedimenti, riprenderà dalla data di entrata in vigore della Delibera 252/2017/R/com.

Gli importi non fatturati verranno contabilizzati in un’unica bolletta:

  • entro il 31 dicembre 2017, per i clienti finali colpiti dai sismi di agosto e ottobre 2016 con casa agibile;
  • sei mesi dopo la fine del periodo di sospensione dei pagamenti, per tutti i clienti colpiti dal sisma di gennaio 2017 e per quelli colpiti precedentemente con casa inagibile;
La bolletta unica:
  • sarà rateizzata automaticamente in 24 mesi a decorrere dalla data di emissione della stessa, senza interessi a carico del cliente finale e coerentemente con la periodicità di fatturazione applicata al cliente finale;
  • è comunque fatta salva la possibilità per il Cliente di optare per un periodo di rateizzazione diverso o per il pagamento in unica soluzione;
  • non è prevista la rateizzazione per importi inferiori a 50 euro per singola fornitura.

Potrebbe piacerti anche Dallo stesso autore