20 LUGLIO 1969, IL PRIMO ALLUNAGGIO

"Questo è un piccolo passo per l'uomo, un gigantesco balzo per l'umanità

Quarantotto anni fa, il 20 luglio 1969, alle ore 22.56 negli orario della Florida (le ore 5.56 ora italiana del 21 luglio) Neil Armstrong posava il primo piede umano sul suolo lunare. Quella missione era iniziata il 16 luglio alle 9.32 ora locale, quando il razzo vettore Saturno 5, alto oltre 111 metri, si era alzato dalla rampa di lancio del Centro spaziale Kennedy in Florida. A bordo vi erano tre astronauti: il Comandante della missione Neil A. Armstrong, il Pilota del modulo di comando Michael Collins ed il Pilota del modulo lunare Edwin E. Aldrin Jr.p

Dopo un viaggio di quattro giorni, i tre uomini arrivarono in orbita lunare. Armstrong e Aldrin salirono sul LEM (Lunar Excursion Module – Modulo Lunare) e si sganciarono dal modulo di servizio Columbia dove rimaneva a bordo Collins. Alle 22.17 minuti ora italiana del 20 luglio il LEM battezzato Eagle toccava dolcemente il suolo lunare in una zona chiamata Mare della Tranquillita’. Armstrong scese per primo e quando giunse alla fine della scaletta e finalmente fece l’ultimo salto che lo divideva dal suolo selenico pronuncio’ la storica frase: “Questo e’ un piccolo passo per un uomo ma e’ un grande balzo per l’Umanita’”.

Dopo poco anche Aldrin segui Armstrong sul suolo lunare ed entrambi iniziarono a sistemare alcune apparecchiature scientifiche. Venne piantata anche la bandiera degli Stati Uniti e raccolti campioni del suolo lunare. L’attivita’ all’esterno del LEM duro’ circa 2 ore e 40 minuti.

A questa storica missione lunare ne seguirono altre che ebbero piu’ o meno fortuna ma che riuscirono a far si che ben 12 uomini passeggiassero sulla superficie lunare.

In fatto che molti non sanno è che il LEM rimase sulla Luna perché impossibile da “ricaricare” a bordo del Columbia e con esso una targa posta sulle zampe anteriori che cita testualmente: “Qui uomini del pianeta Terra per la prima volta scesero sul suolo lunare – 20 luglio 1969 – In nome di tutta l’Umanita”.

Potrebbe piacerti anche Dallo stesso autore