Marche, proroga di un anno per la ristrutturazione dei vigneti.

Gli agricoltori potranno avere un anno in più per completare gli investimenti dell'Ocm vino per i miglioramenti e la riconversione dei vigneti per ritardi dovuti al maltempo e al terremoto.

Le Marche continuano una politica a tutela degli agricoltori colpiti dal terremoto e dal maltempo.
Dopo aver chiesto al Governo risorse straordinarie per i danni dovuti alle gelate tardive di aprile, l’assessore all’Agricoltura Anna Casini ha proposto e ottenuto dalla Giunta regionale di ritardare di un anno il termine previsto per completare gli investimenti finanziati con i fondi dell’Ocm vino, per la ristrutturazione e la riconversione dei vigneti, termine che era previsto per il 31 luglio 2017. Il sostegno alla ristrutturazione e alla riconversione dei vigneti è una delle misure previste nel Regolamento Ue 1308/2013 che definisce gli ultimi interventi dell’Ocm vino. Questa misura finanzia gli investimenti per contribuire al miglioramento della produttività e della sostenibilità della viticoltura con interventi come la riconversione varietale, il reimpianto di vigneti in una diversa e più favorevole collocazione, il reimpianto a seguito di un’estirpazione obbligatoria per ragioni fitosanitarie e i miglioramenti delle tecniche di gestione dei vigneti, in particolare l’introduzione di sistemi avanzati di produzione sostenibile. Nelle Marche i beneficiari di questi finanziamenti sono gli agricoltori che hanno avuto l’autorizzazione nella campagna 2012-2013 e avrebbero dovuto concludere gli investimenti entro luglio 2016, scadenza poi prorogata al luglio 2017. Ora, dopo tutti i recenti problemi dovuti al terremoto prima e al maltempo dopo, chi vuole potrà richiedere una proroga ulteriore e spostare la scadenza al 31 luglio 2018.
Gli agricoltori che vogliono richiedere la proroga dovranno presentare domanda alla Struttura decentrata agricoltura del proprio territorio entroil 31 luglio prossimo, assieme a una relazione tecnica che giustifichi che i ritardi di realizzazione degli investimenti siano dovuti alle recenti avversità.

Fonte: Regione Marche.- Agronotizie

Autore: M G

Potrebbe piacerti anche Dallo stesso autore